RONGIO-Rifugio Bietti

Trekking
  • Località di partenza | MANDELLO frazione Rongio
  • Dislivello compiuto | 1300m
  • Altitudine massima raggiungibile | 1719m

 

 

Descrizione itinerario

Rongio mt. 409 – La Gardata mt. 1040 – Alpe Cetra mt. 1093.

Si procede con il sentiero 14 fino all’ingresso della grotta La Ferre­ra. Qui si prende la mulattiera che sale a sinistra dell’ingresso della grotta e si rimonta un ripido costone con molti tornanti.
Viene poi un lungo traverso in leggera salita, al termine del quale si attacca la rampa che porta alla Gardata (fontana). Fin qui ore 1,30 – 2.
Si lascia a destra il sentiero 20, che sale dietro la casa e che porta al Rifugio Elisa, e si prosegue in piano sulla sinistra della casa stes­sa. Sempre in leggero saliscendi si raggiunge il fondo della Valle del Quadro (sorgente), si passa a monte di un civettuolo baitello e si per­viene all’Alpe Cetra, ove transita il sentiero 15, con il quale si può salire al Rifugio Bietti (ore 1,30 – 2) o scendere a Somana (ore 1 – 1,30).

Note

Il rifugio Elisa è in uno dei luoghi più caratteristici delle montagne lecchesi, stretto fra le pareti più belle ( a 20′, con poco dislivello, si arriva alla base del Sasso cavallo, più vicino il meno imponente, ma più ricco di vie classiche, Sasso dei carbonari ) e il lago. Gran parte di questo sentiero non ha scorci indimenticabili, ma l’arrivo è suggestivo, con altissime probabilità di incontrare camosci e stambecchi, e isolamento dalla massa garantito.
Dal Bietti, si può naturalemte andare al Brioschi oppure anche alle bocchette di calivazzo per poi ridiscendere a Mandello e quindi a Rongio ( anello piuttosto faticoso )

Tracciato GPS
Download
X